Cos’è il genio per voi? Colui che arriva attraverso il sapere e l’intelligenza verso mete per l’umanità ancora inesplorate o cosa?

Il genio, inteso nel senso più spicciolo del termine, è colui che spinto dal senso si sopravvivenza, dalla curiosità o anche dalla pigrizia, trova soluzioni alternative a un problema. A pensarci bene non è proprio genio quello che abbiamo appena definito, è uno che semplicemente si arrangia divertendosi allo stesso tempo.

Carichi di voglia di divertire, vi proponiamo 13 geni incompresi e le loro soluzioni. Magari qualcuna vi verrà comoda.

Non sai cucinare ma per una sera vuoi prepararti qualcosa di più articolato? Bene, ecco i würstel in castello.

Quando sei costretto a riempire pagine delle stesse lettere, il genio dormiente di ogni bambino potrebbe risvegliarsi da un momento all’altro in questo modo

La volontà di non lavare i piatti è qualcosa da prendere molto seriamente. No ai piatti sporchi, si a tutto il resto.

I pasti “istantanei” sembrano fare già schifo a prescindere, perché non unire l’utile al dilettevole ed utilizzare la macchina del caffè per l’acqua calda necessaria?

Chi ha detto che per pulire le piastrelle del bagno bisogna farsi venire l’acido lattico alle braccia?

Google sa molte cose e i turisti in fondo, lo sanno. Il sapere che incontra il sapere. Geni nell’accoglienza del turismo.

Il supporto del rasoio si è rotto troppo presto. Puoi usare le lamette in modo davvero virile, con la pinza.

Le cannucce non sono dei semplici tubi di plastica. Le cannucce possono essere la dimostrazione pratica che l’unione fa la forza.

La dimostrazione pratica che la vecchiaia è un ottima occasione per risvegliare la propria creatività semplice e infantile.

L’ozio non farà sicuramente dimagrire, ma può far riflettere più a fondo su una soluzione.

Auricolari bluetooth? No grazie.

Quando scopri che le vaschette porta pranzi…galleggiano 🙂

Per lui non è una questione di comodità ma di principio. Fare il pieno senza scendere dalla macchina è possibile.