Il marchio di champagne “Mumm” ha creato una bottiglia per brindare nello spazio. Ecco come fare cin cin con “Et”.

205

Cos’è il sogno se non un obbiettivo impossibile a cui credere per realizzarlo o lasciarlo tale per abbandonarlo?

Il famoso marchio di champagne Mumm ha appena completato un progetto davvero bizzarro: una bottiglia di champagne studiata per essere usata nello spazio. Da oggi gli astronauti, per festeggiare il ritorno o l’arrivo su Marte, potranno approfittarne ad aprire una bella bottiglia di champagne e brindare prima di fare un pisolino a gravità 0.

Uno penserà che un’idea simile sia alla fine solo una goliardata. Rispettabile come considerazione, ma tiene conto della difficoltà dell’opera? Pensate che nello spazio, all’interno di una navicella e in assenza di gravità, i liquidi possono essere davvero molto pericolosi in quanto vanno dappertutto e possono danneggiare i componenti elettronici, cioè una buona parte della navicella.

Azioni come farsi una doccia, fare la pipì, bere un bicchiere d’acqua, diventano dei veri e propri ardui esercizi per chi non ha un buon addestramento per una vita in assenza di gravità. Ora pensate a una normale bottiglia di champagne. Aprirla su una navicella spaziale significherebbe inondare tutto. Il liquido uscirebbe spinto dal gas e la mancanza di gravità trasformerebbe la fuori uscita di liquido in un vero e proprio getto senza sosta. La bottiglia una volta aperta si trasformerebbe in un cannone di champagne e il disastro sarebbe servito in un attimo.

Questa innovativa bottiglia ha un funzionamento tutto particolare in grado di conservare il sapore dello champagne, in primis, e di risultare adatta a una stanza senza gravità.

In pratica lo champagne esce prima in una piccola capsula che con un movimento velocissimo rilascia “una bolla” di liquido da raccogliere con un bicchiere. L’effetto è davvero una figata, guardatelo in questo video:

Complimenti a chi trova sempre una soluzione anche a problemi evitabili. Il piacere della scoperta puro insomma.

Et, prepara a casa che stiamo arrivando, lo champagne lo portiamo noi, tu ci metti la casa va. Cin Cin

Commenti: