I coccodrilli del Gabon, gli unici a vivere nelle caverne, hanno la pelle arancione

911

Se vi chiedessi di immaginare un coccodrillo in che ambiente lo immaginereste? Probabilmente in una foresta, magari che fuoriesce da qualche fiume pluviale, con la sua pelle “corazza” color verde scuro e la sua testa lunga e letale.

Sappiate che esistono dei coccodrilli cavernicoli che però hanno la pelle arancione.

Questa della pelle arancione non è l’unica caratteristica strana dei coccodrilli del Gabon . Questi coccodrilli cavernicoli, scoperti di recente, vivono tutta la loro vita nelle oscurità delle caverne del Gabon, uno stato in Africa che si affaccia sull’oceano Atlantico all’altezza dell’equatore.

La scoperta ha lasciato di stucco gli studiosi poiché non si riesce a trovare una spiegazione, per adesso, a questa assurda vita fatta dai coccodrilli. Rispetto ai loro simili si nutrono principalmente di pipistrelli, grilli e animali davvero minuscoli che vivono in quelle profondità.

coccodrilli caverne

Il connubio oscurità e coccodrilli cavernicoli è qualcosa di veramente terrificante. Gli scienziati hanno dimostrato che il colore della loro pelle proviene dal fatto che in pratica sguazzano nel guano presente nelle caverne. Rotolandosi nella merda di uccelli marini e pipistrelli, la loro pelle “scolorisce” lentamente, tirando fuori un color arancione davvero singolare. Ecco la differenza tra un coccodrillo cavernicolo e un normale coccodrillo della foresta.

coccodrilli del gabon

Studiando questi esemplari, gli scienziati hanno notato come il loro DNA sia sotto una specie di “evoluzione accellerata”, come se avesse fretta di adattarsi a questa singolare vita nell’oscurità.

Il motivo, ipotizzato fino ad ora, per la quale vivono nelle caverne è davvero assurdo. Quando sono in età giovane riescono a uscire dalle caverne passando da piccole fessure attraverso il terreno, così da passare qualche ora all’aperto. Crescendo d’età e in volume, rimarrebbero incastrati e per questo motivo scelgono di rimanere, forzatamente, nelle oscurità delle caverne.

Altra caratteristica, logica ed elementare, è la vista di questi animali che risulta davvero poco sviluppata e affidabile, forse proprio per questo si stanno evolvendo scegliendo l’oscurità.

La natura ci dimostra come la vita possa nascere ovunque, anche in condizioni estreme. Scegliere di viverla strisciando al buio nella cacca o alla luce del sole su un letto d’erba però è in buona parte una scelta personale.

coccodrilli arancioni

Ve lo ricordate il famoso Crocodile Hunter? Quello che prendeva questi animali a mani nude e ne raccontava i particolari. Dopo la sua morte suo figlio ha seguito ancor di più la sua passione ed oggi è un fotografo di animali selvaggi. Scopri di più