Denuncia la sua famiglia per avergli distrutto la collezione porno da 25.000€

202

La situazione per Charlie (nome di fantasia) non dev’essere stata così paradisiaca ultimamente. Charlie è un americano dell’Indiana che è comparso nelle cronache di tutta la nazione per una denuncia davvero particolare: ha denunciato i genitori per avergli distrutto la sua collezione Ma vediamo come è andata questa storia.

Dopo il divorzio con la moglie, Charlie decide di trasferirsi momentaneamente a casa dei genitori portando con se tutti suoi averi, inclusa una collezione pornografica quasi da record. Nel rapporto consegnato alla polizia, Charlie dice di aver portato con se: 400 videocassette vhs, 1600 dvd, 160 cd e 70 accessori di varia natura. Un armamentario completo dal valore, stimato, di 25.000€.

Dopo qualche mese a casa e non pochi disguidi coi genitori (come immagino accada in molte case dove i tornano i figli ormai abituati a una vita indipendente) Charlie trova una sistemazione e si trasferisce in fretta. Qui avviene il danno.