Nell’era del digitale l’arte cambia a una velocità talmente alta da esser essa stessa una forma d’arte.

La velocità però, anche nei detti popolari, non è sempre sinonimo di qualità. Per creare arte bisogna saper trasmettere delle emozioni, accendere dei pensieri e/o risvegliare la poesia che dorme nell’essere umano. Se vuoi essere un’artista devi essere il primo ad avere una visione chiara di cosa significhi il connubio arte-emozioni.

Lei è Daria Aksenova, un’artista Americana che realizza quadri davvero particolari con tre strumenti essenziali: matita, cartoncino e bisturi. I suoi quadri non sono dei semplici paesaggi o soggetti raffigurati in due dimensioni, bensì qualcosa di molto più complesso. Sembrano rappresentazioni fedeli di sogni, con la stessa quantità di confusionari particolari oltre alle luci ed ombre. Daria disegna con la matita su cartoncino bianco, poi prende gli oggetti di scena o il soggetto del quadro stesso e lo ritaglia con il bisturi. Una volta ottenute le sagome le assembla tutte insieme nel quadro, dando vita a quella che sembra essere una vera e propria scena teatrale in miniatura.

Le sue illustrazioni sembrano uscire da un antico libro e cominciare ad animarsi. A guardarle ci si emoziona subito accompagnati dalle ombre della carta che sembrano essere una pennellata eterea dell’artista.

L’artista invece di usare Photoshop e impazzire con i livelli, ha fatto una cosa tanto elementare quanto perfetta: si è fatta i livelli da sola.

Quella che è una funzione digitale semplice ma senza anima, rifatta dalle mani dell’uomo diventa una piccola opera d’arte. Per questo motivo la tecnologia non sostituirà mai l’uomo nell’arte, poiché ciò che emoziona davvero alla vista di un’opera non è solo l’estetica, bensì il lavoro umano e il genio nella realizzazione. Ci emozioniamo in quanto coscienti e affascinati da ciò che l’uomo può fare, tutto il resto piace solo agli occhi.

Info: Instagram

Classe 86, Salentino, Creativo per natura, Autodidatta nella vita. Creatore e unico autore di Novabbè. Vivo di libertà, consapevolezza ed emotività incontrollata. Amo stupirmi e stupire.