I “Deepfake” trasformano le tue foto in costume in nudi integrali. Ecco degli esempi.

L’intelligenza artificiale oggi può creare dei video dove sostituisce, quasi perfettamente, il viso di una persona con quella di un’altra. In questo modo potresti vedere un video di Salvini che elogia Zingaretti, il presidente Trump che canta l’inno del Lecce e molto di più.

Attualmente in rete i video “Deepfake” (questo è il nome del fenomeno) sono stati creati principalmente per il settore pornografico. Ebbene si, vedere attrici hollywoodiane fare sesso in un porno sembra essere una figata, almeno per i malati del genere.

I deepfake, per la loro natura sporca e il pericolosissimo potenziale che hanno, sono illegali e rappresentano una vera e propria minaccia per tutti, nessuno escluso. Si, perché quello che non vi hanno ancora detto è che questa tecnologia è in grado non solo di sostituire un volto, sostituisce praticamente tutto, basta insegnarglielo.

Una corrente che si sta pericolosamente espandendo, cominciando proprio da applicazioni già ampiamente diffuse come Telegram, è quella dei “Nude Deep Fake“, ovvero delle immagini di ragazze nude ottenute partendo da una semplice foto in costume o in intimo.

Se pensate che un computer per realizzare un deepfake del volto ha bisogno di quante più immagini possibili (meglio se in alta definizione) del volto in questione, ecco spiegato perché le vittime dei video porno deepfake sono principalmente i vip, perché di immagini che li riguardano se ne trovano a centinaia.

E tu, quante foto del tuo volto hai pubblicato fino ad ora?

Con il discorso dei deepfake nude la questione cambia. Il computer non ha più bisogno di avere tante immagini di un viso, ma tante immagini di ciò che si vuole sostituire e nel caso dei nudi femminili, basta avere un archivio di tette, pubi e grandi labbra a non finire ed il gioco è fatto.

Il web è pieno di questo materiale, così i programmi che utilizzano questa intelligenza artificiale stanno imparando sempre di più a ricostruire le parti intime di una donna e adattarle su una sua foto “denudandola” completamente.

I risultati fanno paura.

Le foto che vedete provengono da un archivio pubblico online disponibile a tutti e in originale non hanno nessun tipo di censura. Per rispetto alle ignare vittime e a voi, le ho rese irriconoscibili e non pubblicherò link all’archivio.

Per elaborare una foto simile bastano due cose: un computer con installato un software per deepfake e una semplice foto. Su Telegram c’è chi si fa pagare pochi euro per trasformarti qualsiasi foto tu voglia, tutto in modo anonimo e pericolosamente facile.

Il deepfake dei nudi è illegale, immorale e irrispettoso, perfetto quindi per diffondersi in una società ubriaca di morale e assetata di controsensi.

La libertà in rete è un concetto troppo ampio per essere compreso e per non destare paura. Si è liberi di pubblicare ciò che si vuole, si è anche liberi di ignorare chi nell’anonimato agisce indisturbato nel compiere illegalità, si è persino liberi di scegliere quali leggi rispettare e quali no (scaricare film e materiale multimediale è illegale eppure moltissimi lo fanno). Una libertà quella online che ha sempre delle conseguenze.

Il futuro online per molti sarà una conseguenza mostruosa delle dosi di egocentrismo assunte senza pensieri attraverso i social. Chi crede alla privacy totale online sicuramente compra anche le caramelle senza zucchero, convinto dagli edulcoranti aggiunti che tanto assomigliano ai cuoricini su Instagram.

Pensate a quanto materiale avete pubblicato fino ad ora, pensate a cosa ne avete ricavato e cosa si rischia adesso. Basta una foto in posa e tutto si trasforma da erotismo amatoriale in porno amatoriale, al di fuori della propria volontà, in quanto quei maniaci nascosti online che prima si pensava fossero solo numeri utili a qualche like e commento seducente, hanno un cervello e sembra che lo utilizzino anche abbastanza male. Come biasimarli, non sono sicuramente i primi.

Per approfondire, se hai Telegram, prova a cercare “DeepFake” e scopri i risultati da solo. Attento però, certi posti sul web sono come la magia, hanno sempre delle spiacevoli conseguenze.