Le coppie che praticano il “divorzio da letto” sono in aumento dati i benefici di questa nuova pratica.

178

Il “divorzio da letto” è una pratica che ultimamente è stata definita, sbandierata e difesa a spada tratta per i suoi benefici. In America questa pratica, che sicuramente non è innovativa ma è certo che è stata demonizzata sino ad ora, sta prendendo sempre più piede, tanto da essere interessante per più del 30% delle coppie sposate.

Ma cos’è e in cosa consiste? Semplicemente nel scegliere di dormire separati, sue due letti o addirittura due stanze diverse

L’amore è un sentimento enorme che però, per essere apprezzato, deve potersi esprimere in una testa che sia bella riposata, calma e mi auguro anche serena. Quando non riesci a dormire, quando non hai modo di farlo e il sistema nervoso comincia a risentirne, anche l’amore comincia a vacillare.

Dormire poco o dormire male porta naturalmente ad affrontare una vita piena di stress dalla quale è difficile, poiché puoi anche non dormire la notte ma gli impegni e il tempo scorrono comunque, fregandosene del tuo sonno e del motivo per cui lo perdi.

Quando ami tanto il tuo partner puoi non accorgerti che il miglior modo per arrivare alla vittoria, ovvero quello di accettare le sconfitte, è minato dallo stesso amore. Il rapporto perfetto, a mio parere, è quando due persone riescono a vivere serenamente un equilibrio di coppia. Un equilibrio però non lo si raggiunge stando insieme fisicamente e diventando unicamente il parassita, dolce e carino, del partner. L’equilibrio perfetto, quello che dona ad entrambi stesse gioie e possibilità, lo trovi quando sai guardarti allo specchio e scegliere ciò che ti piace allontanandoti da ciò che ti fa male. Un partner che la notte russa, scalcia o semplicemente disturba il sonno altrui, anche se involontariamente, è qualcosa che ti fa male.

Accettare un sonno disturbato dal partner significa mettere da parte il proprio benessere e quindi, di conseguenza, il benessere di coppia. Il “divorzio da letto” è quindi una forma di consapevolezza innocente, senza strane conseguenze. Si può dormire separati per brutti motivi ma anche per buoni. I motivi non sono mai assoluti, siamo noi a deciderli, come la visione della vita che viviamo, di coppia e non.

In un’era dove l’amore viene difeso, ragionevolmente, in ogni sua forma, anche il “divorzio da letto” può essere una formula per riuscire ad amarsi di più, prima come singoli soggetti e poi come coppia.

Fonte

Commenti: