Elefanti in Africa scavano una grotta da millenni. Perché?

337

In Africa, nel confine tra Kenya e Uganda, c’è uno dei vulcani spenti più antichi al mondo, conosciuto anche come monte Elgon. Nella stessa zona è facile trovare dei branchi di elefanti che camminano attorno al monte in cerca di grotte da scavare, ma perché?

Il monte Elgon è, come detto in precedenza, un vulcano spento da circa ventiquattro milioni di anni. La lava colata negli anni e la morfologia del monte stesso hanno aiutato la formazione di piccole caverne che con gli anni si sono ingrandite sempre di più grazie agli elefanti.

Questi enormi erbivori hanno un debole per il sodio, elemento fondamentale per la loro dieta e sopravvivenza, per questo quando è carente l’approvvigionamento di acqua e cibo, si ritrovano a dover mangiare le pietre, poiché ricche naturalmente di sodio, sopratutto quelle provenienti dalle viscere di un vulcano spento.

Attratti dalla vegetazione e dalla quantità enorme di sodio sulle pareti e sulle rocce in generale, gli elefanti si avventurano in queste grotte e pian piano, usando le zanne, scavano le pareti divorando le pietre che riescono a staccare. Pensate che in tema di voracità, un esemplare giovane di elefante è stato osservato mentre riesce a mangiare circa 20 kg di terra salata in circa 45 minuti.

Questo enorme ed affascinante lavoro di sopravvivenza però è stato scoperto, oltre che dagli scienziati, anche dai bracconieri che nel 1980 hanno ridotto il numero degli elefanti da 1200 a poche centinaia. Il metodo per catturare gli elefanti era fin troppo semplice, bastava nascondersi all’entrata delle grotte più ambite e aspettare che arrivassero ed entrassero. Una volta dentro erano praticamente in trappola. Un metodo infame insomma. Curioso pensare che è lo stesso usato da altri animali in natura, come i grossi felini, che come i bracconieri, si piazzano lungo tutte le grotte in attesa che qualche piccolo e sfortunato elefante passi da li.

Fortunatamente il calo del prezzo dell’avorio e convincenti campagne antibracconaggio hanno messo un freno a questa strage ed oggi, lentamente, la popolazione di elefanti sembra stia aumentando nuovamente.

La natura ci mostra costantemente come il paradiso sia già ciò che vediamo e non altro. Trova una soluzione a tutto, anche se potrebbe sembrare paradossale, come mangiare le pietre per sopravvivere.

Buon appetito a tutti gli elefanti che si avventurano nelle viscere del monte Elgon.

Commenti: