Sopravvissuti a un incidente posano con la ferita della cintura di sicurezza. Ecco perché.

565

C’è chi pensa che la cintura i sicurezza sia una roba da sfigati. La cosa brutta è che alla stessa sfiga attribuiscono eventuali incidenti che possono provocare ferite gravi, lesioni inguaribili o, senza nemmeno troppa difficoltà, la morte.

Sarà solo colpa della sfiga se muori in un incidente dopo essere stato sbattuto con violenza nell’abitacolo solo perché non avevi la cintura? E se anche fosse colpa della sfiga, a questo punto, vista l’alta intuizione, non si fa prima ad essere sfigati e mettersela questa benedetta cintura?

Ci sono persone, sopratutto nei piccoli centri abitati, che danno alla cintura di sicurezza un uso tutto proprio. Sono convinti, ad esempio, che per piccoli tratti interni al paese stesso non sia necessaria. Si comportano come se i muri del paese fossero imbottiti di piume e i veicoli che girano, sempre in paese, siano fatti di cracker friabili, così in caso di collisione si ritroveranno solamente con tante briciole da spazzare via su delle morbide mura macchiate di sangue…si perché in fondo puoi avere tutte le convinzioni che vuoi ma di fatto un incidente in paese e uno su una strada, in tema di pericolosità, non ha nessuna differenza. La morte arriva ovunque, tra le strade di un paese o nelle teste più dure da convincere, solo che quando arriva in queste teste dure ti convince senza possibilità di replica.

In Nuova Zelanda, proprio per sensibilizzare le persone su questo tema, hanno realizzato una campagna pubblicitaria davvero di impatto.

Hanno preso dei sopravvissuti a spaventosi incidenti stradali e gli hanno chiesto di fare un video dove raccontavano la fortuna di avere la cintura di sicurezza in quel momento. Per rendere il video e le foto più credibili hanno chiesto ai testimonial di poter essere truccati dallo staff di un’agenzia chiamata Profx,maestri degli effetti speciali. Attraverso degli scatti realizzati in ospedale subito dopo gli incidenti hanno potuto ricostruire quelle ferite con una precisione davvero spaventosa.

La missione di queste foto è far vedere il segno che lascia la cintura sul corpo, così chi le guarda possa pensare oltre, ovvero, alla terribile fine che avrebbero fatto all’interno dell’abitacolo qualora non l’avessero indossata.

Anche la testa più dura si sfonda. Tra aprire la mente e aprirvi la testa, sappiate sempre scegliere l’opzione con meno danni.

Fonte: https://beltedsurvivors.nz