Se c’è un motivo per cui non dovreste mai scrivere “mai una gioia”, questo è il fatto di essere nati dal ‘900 in poi. La scienza ha fatto passi da gigante, nella rianimazione ad esempio si è scoperto che la respirazione bocca a bocca è più efficace del fumo di tabacco pompato nel culo.

Volgare? Vero, ma serve a esprimere bene il concetto. Ricordando sempre che in fondo “Volgare” deriva da “Volgus” che in latino significa “popolo, gente comune”.

Ebbene si, nel 700 venne messo in commercio questo simpatico kit di salvataggio che serviva a soccorrere persone che avevano appena rischiato l’annegamento o stavano soffocando. Si trattava di un mantice, una pompa ed un clistere con i vari accessori.

Ai tempi era costume comune considerare il fumo di tabacco una sorta di “tocco magico” in grado di salvare le sfortunate vittime. Se si soffocava a causa dei fumi nocivi, l’odierna respirazione bocca a bocca non era ancora considerata, quindi l’unica cosa da fare era riattivare la respirazione cercando di passare da tutti i canali disponibili, culo compreso. Nel kit infatti si trova tutto l’occorrente per incanalare aria attraverso le narici o il retto.

Il kit in foto era distribuito da una società chiamata Society for the Recovery of Persons Apparently Drowned. Nonostante ad oggi sembri una cosa talmente bizzarra da sembrare impossibile, la società ai tempi fece la sua fortuna con questo kit, vendendone a migliaia, così che tutti i porti e le fabbriche interessate ne avessero uno.

Qualora ve lo stiate chiedendo, il kit non era monouso. Ai tempi una sostanziale pulita agli strumenti era più che sufficiente per rendere il kit nuovamente utilizzabile.

Perché veniva usato proprio il fumo del tabacco? Per il suo calore. Le vittime di annegamento, ricevendo fumo e calore allo stesso tempo, erano stimolate al massimo delle possibilità mediche dell’epoca.

Solo nel 1745 il medico inglese John Fothergill diede la sua prima lezione sulla respirazione bocca a bocca, dimostrando come sia più efficace delle insufflazioni rettali, che spiegato in parole povere sono ciò di cui abbiamo parlato fino ad ora.

È illuminante scoprire quanto siano efficaci le cose che entrano dal culo.

Le supposte o le insufflazioni rettali possono essere una lezione di vita: là dove crediamo che tutto sia finito, comincia un passo importante per un inizio, che sia di guarigione, di rianimazione o di coscienza, il culo è una risorsa.

Che ne pensi?