Ecco il gelato al Porcellino d’India. Dall’Ecuador con sapore

110

Se ti sembra assurdo ciò che hai appena letto sappi che il bello della diversità è proprio questo, il fatto che dall’altra parte del mondo ci sia qualcuno che trovi assurdo te e la certezza che in realtà nessuno dei due lo è.

Il Porcellino d’India è un animale molto presente nei menù del sud America, in special modo in Ecuador dove furono addirittura ritrovate delle antiche tombe contenenti assieme ai resti funerari anche dei porcellini d’india mummificati, questo a testimonianza di quanto antica sia la loro presenza sulle tavole.

Ok, mangiare un porcellino d’India potrebbe sembrare assurdo da questa parte del mondo, eppure, merito anche della sua carne “facile da procurarsi” in antichità, il Cuy si racconta sia una prelibatezza.

Nessuno però, fino a qualche mese fa, ha mai pensato che fosse buono da mangiare anche come gelato, eppure, sembra che lo sia. Nella capitale dell’Ecuador, la città di Quito, c’è una donna che ha deciso di rivoluzionare prima la sua vita, tuffandosi nell’imprenditoria culinaria, e poi i gusti dei suoi concittadini.

María del Carmen Pilapaña

Per farlo ha sperimentato il “gelato al porcellino d’India”. Lei si chiama María del Carmen Pilapaña ed un giorno ha cucinato un paté di carne di porcellino, ha poi aggiunto del latte e della panna e ha congelato il tutto fino ad ottenere quella consistenza perfetta per essere servita su un cono.

Tutto questo ti disgusta? Sappi che in Italia, precisamente a Brescia, c’è chi ha inventato il gelato alla Lumaca. Scopri di più, clicca qui

Il gelato, per meraviglia sua e della famiglia che era incredula ai primordi, ha letteralmente sfondato e adesso quella che è nata come un’idea azzardata è diventato il suo affare principale.

Quando pensi di inventare qualcosa di inutile e stai per lasciar perdere, pensa alle inutilità che vedi nella tua vita ed al successo che hanno. Un vero inventore pensa solo a creare, il gusto altrui è secondario

Fonte