“Sono un ribelle”, la maglietta per chi stima Gesù, ama la libertà e la ribellione

Ci avete mai pensato che Gesù, nella sua meravigliosa e piena vita, non è stato solo “il figlio di Dio” ma è stato prima di tutto il primo Ribelle davvero celebre ?

Gesù, per la società di quei tempi, era un disoccupato, nato da genitori emigrati e in fuga, un emarginato e non per ultimo un fuorilegge che si ribellava alla legge dell’impero Romano.

Scopri le "Figate su Amazon" selezionate da novabbe.com, clicca sul banner

Essere dei ribelli non significa obbligatoriamente essere contrari a qualunque cosa, non accettare nessuna regola o costrizione.

Ribelle significa tenere alto il proprio intelletto in una società che accetta regole e racconti come fossero latte e biscotti.

Ho scelto Gesù come rappresentante di questo concetto poiché credo molto nella sua figura di ribelle, di chi nasce e crede fortemente nell’umiltà di pensare di far parte di qualcosa di molto più grande di ciò che ti viene raccontato o illustrato. Per me il primo ribelle celebre della storia è stato lui, e quando parlo di lui vorrei specificare che mi riferisco strettamente alla sua figura storica, morta con lui, e non a tutto quello che è stato costruito dopo con il suo nome. La chiesa e la religione Cristiana è una storia a parte, che non riguarda questa storia.

Se anche tu vivi la tua vita assecondando il concetto che il paradiso è proprio quello che vedi con gli occhi adesso, se anche tu ti senti un ribelle in un mondo di perbenismo, superficialità e goliardia, allora sei vicino a questo concetto. 

Con Novabbè ho preparato due contenuti dedicati a Gesù.

Il primo è strettamente legato al concetto di Gesù ribelle. È una illustrazione realizzata da me e stampata su maglietta. Se hai la determinazione i indossare i concetti a cui credi, la trovi qui.

Il primo è un test davvero divertente che ti porterà a conoscenza di fatti storici, realmente narrati nei vangeli, che probabilmente non conosci ancora.

Fai il test adesso, clicca qui e divertiti a capire “Quanto conosci Gesù”