#hairagione. Come discutere online con un analfabeta funzionale e uscirne felice

1925

Quella degli hater online, dell’ignoranza che dilaga senza freno e della superficialità nel pensiero è la vera piaga del nuovo millennio. Internet era il posto più libero dove esprimere le proprie opinioni, prima che i social network (Facebook in particolare) portassero le discussioni “da piazza” sul web.

Oggi dire qualcosa di contrario alla massa diventa un vero e proprio atto di coraggio in quanto si è sempre coscienti dell’esistenza di orde di hater pronti a gustarsi una nuova vittima da umiliare.

Questo sta portando le persone a non esprimersi più, ad accettare tacitamente un clima di tensione e rabbia utile solo a far sentire meno soli chi trasforma la solitudine in odio, la conoscenza in colpa e il dialogo in guerra.

Ho trovato una soluzione a tutto questo ed è un semplice hashtag: #hairagione

Vi spiego perché funziona questa risposta e quali sono i vantaggi in 5 semplici passi:

L'ignoranza inquina internet come la plastica nei mari, entrambe le cose si risolvono riutilizzandole a proprio vantaggio Condividi il Tweet
Chi parla senza informarsi esprime già la volontà di non farlo, invitarlo a informarsi diventa quindi una roba inutile. È come dire a un malato di dolci di smettere con il cioccolato. Condividi il Tweet

State perdendo solo tempo e parole preziose, rispondere con un #hairagione (e continuare a farlo finché non smette di rispondere) non gli darà motivo di replica


Chi sa di non sapere ha il valore dell'umiltà a guidarlo, chi crede di sapere tutto invece ha quello della presunzione. Condividi il Tweet Chi sparge odio si alimenta di odio, se provi ad alimentarlo troppo con qualcosa di diverso è normale che ti vomiterà addosso per indigestione. Condividi il Tweet

Rispondere solo con un #hairagione alla fine di ogni tentativo di ragionamento alimenterà la sua presunzione risvegliando allo stesso tempo qualche domanda sulla sua umiltà

Per alcuni hater la riflessione è un vero e proprio veleno, quindi, ragionando solo di pancia, è difficile intervenire provando a spostare il ragionamento dalla pancia al cervello, potrebbe risultare un’operazione rischiosa e spaventosa. Rispondere #hairagione è praticamente l’antidoto perfetto per chi odia in quanto fa trasparire la serenità di chi riceve le offese lasciando che chi vomita odio, poi, se lo pulisca da solo.

L'ignoranza è come l'universo, infinita e piena di stelle. Condividi il Tweet

Se credete quindi di trovare una formula per zittire un ignorante sappiate che è una speranza vana. Toccherebbe qualunque argomento in qualunque modo pur di aver ragione e umiliarti. Esiste un modo per contenere l’universo? No. Esiste un modo per contenere l’ignoranza? Si, rispondere #hairagione ad oltranza


Creare un’archivio di hater messi allo scoperto, semplice da consultare e perennemente aggiornato, così da trasformare la singola intenzione di offendere in una pubblica occasione per farsi due risate. Ecco perché è importante usare l’hashtag #hairagione e non la semplice risposta, in questo modo solo cliccando sull’hashtag si otterrà la situazione in tempo reale degli hater sul web in quel momento e sarà una buona occasione per ridere su come le discussioni tanto ardenti si spengano usando solo la “formula magica”. Usa #hairagione e fai usarlo a chi non sa come difendersi sul web da ignoranza e odio, fallo sempre e insistentemente così da trasformare il carnefice in vittima senza cattive intenzioni ma solo facendo ciò che sul web si definisce blastare


Se anche tu come me hai notato quanto l’aria sia diventata pesante, quanto ormai sia impossibile discutere, quanto sia stressante vivere con la paura di essere attaccati, allora avvia questa rivoluzione, basta una sola parola che con poco dice tutto: #hairagione

Ecco come usare l’ignoranza a proprio vantaggio, trasformando quello che è un attacco in una semplice risata, vera e sincera e non forzata e convinta. Blastiamoli tutti