Seguici su Facebook!

Ho realizzato un video che racconti la mia idea di Pizzica. Ho voluto realizzarlo con delle ballerine che siano sinonimo di semplicità, umiltà e forte passione per la pizzica.

A fare da sfondo al video ho scelto quelle che sono solo alcune delle perle del mio amato Salento, perché sanno raccontare attraverso la loro bellezza il vissuto e lo spirito della mia terra.

Video realizzato con un semplice Iphone, montato senza pretese e pubblicato con licenza Creative Commons (obbligo attribuzione, no opere commerciali), come la traccia che fa da sfondo. La scelta dei Picari è un omaggio a tutti gli artisti che creano arte senza avere come primo obbiettivo quello di trasformarla in soldi. La libertà è essenziale per l’espressione dell’arte stessa.

Testo:

La pizzica è originale quando la si celebra con passi popolari in senso di appartenenza al popolo, non nel senso di popolarità intesa come celebrità. Un passo celebre diventa vecchio, un passo popolare diventa tradizione.

Per ballare la pizzica, l’unica cosa che devi saper fare è tirar fuori il tuo spirito. Chi balla con delle istruzioni sappia che sta dando delle regole complesse a qualcosa di semplice e libero.

Salti leggiadri e giravolte veloci sono inutili quando gli occhi sono rivolti ai piedi per la paura di sbagliare. La Pizzica direziona gli occhi al cielo poiché libera dalle paure, non ne crea di nuove.


Seguici su Facebook!


Si dice che chi balla la pizzica non muore mai. È vero. Come fa a morire che ha scoperto l’unica parte immortale di se stesso? Lo spirito.

La Pizzica è un viaggio dove la meta è la liberazione. La libertà è qualcosa che non si compra e non si dona, ma si conquista, perché ognuno ha la propria.

La Pizzica non si insegna, si trasmette.

Pier