I matrimoni, in un mondo sempre più conformista, sono diventati un’occasione dove è davvero difficile distinguersi per originalità e carattere. Figure come i “wedding planner”, ovvero coloro che te lo organizzano nei minimi particolari, tendono a puntare ad arredamenti, usi e idee che possano piacere, come la normalità comanda, altrimenti rischierebbero di non guadagnare nulla e perdere il sorriso mentre organizzano un giorno felice.

Quando crei qualcosa con il pensiero di voler piacere a tutti, è scontato mettere da parte i propri desideri per poter realizzare quelli altrui. Qualcosa che piace a tutti non è detto che piaccia anche a te, peccato che un concetto simile si scopra, nella maggior parte dei casi, quando ti è ormai passato il desiderio di vivere una vita secondo un metro di misura personale.

Segui novabbe.com su Twitter

Oppure, seguilo su Facebook

Una coppia Americana, Jesse e Audrey, hanno pensato bene di sposarsi secondo il loro “reali desideri”. Hanno cancellato tutti i concetti del tipo “questo l’ho fatto solo per i genitori” oppure “questo bisogna farlo, altrimenti sembra brutto“, organizzando un matrimonio semplicemente memorabile.

Eccolo il breve fotoracconto:

A tutte le invitate è stato chiesto di presentarsi indossando il proprio abito matrimoniale, qualora ne avessero uno. Questo perché in quella giornata si celebra comunque la promessa di un legame comune a tutti: l’amore. E poi chi ha detto che l’abito da sposa si indossa solo una volta?

Per gli amanti della foto con gli sposi, per non stare in posa un sacco di tempo e cominciare con i sorrisi forzati dopo qualche minuto di scatti, ecco la genialata. Gli sposi hanno messo una foto a grandezza naturale col quale dare libero sfogo alla voglia di “foto con gli sposi”. La figata è che nella foto su cartone sono vestiti da sposi “seri”.

Per quanto riguarda gli uomini, è stato chiesto loro di non indossare degli scomodi smoking, bensì dei pantaloni neri e una felpa (fornita dagli sposi) con sopra stampato un motivo che richiama allo smoking. Secondo smacco geniale, fatto.

Le damigelle d’onore? Le mamme ovviamente.

La vita quotidiana, per molte coppie, è fatta di coccole, divano e tv la sera. Ecco perché gli sposi hanno deciso di allestire un angolo dolci e schifezze varie con la quale festeggiare tutti assieme una futura vita di ozio, amore e tv.

Un particolare interessante sta nel fatto che come dolci non c’erano solo questi. La sposa ha chiesto alle sue ospiti di preparare una torta ciascuno ed ecco che il matrimonio è stato addolcito da ben 18 torte diverse.

La sala affittata è stata riempita di giochi arcade vecchi e nuovi, così che tutti possano vivere e rivivere momenti magici che riescano a trasportarti in quei momenti di puro entusiasmo che solo un genuino spirito infantile può donare.

Non poteva mancare il gioco dei Simpson, particolarmente amato dallo sposo.

Ed il classico dei classici: Pac Man.

Verso la fine della festa ecco che comincia la festa in maschera dove tutti gli ospiti hanno potuto sfoggiare i costumi dei loro personaggi preferiti. Vi immaginate il divertimento? Invece di vivere un giorno con l’ansia che tutto vada bene, lo si vive con la certezza di divertirsi come più piace e appartiene. Come a Carnevale appunto.

Ecco una giovane coppia che ha cominciato una vita matrimoniale col piede giusto, sposando per prima l’amore verso se stessi, per secondo la voglia di divertirsi prima di quella di apparire e terzo, ma non meno importante, la certezza di non essere soli in questa scelta.

Fonte: https://imgur.com/gallery/4kgFpF6


Segui novabbe.com su Twitter