Distruggono un’opera naturale di 320.000.000 di anni e lasciano la firma. Quando la stupidità è totale

893

Al peggio non c’è mai fine ed il bello sta nel capire che probabilmente non siamo nemmeno tanto lontani dall’inizio, quindi c’è da aspettarsi di tutto

Quest’opera che vedete è stata scolpita da vento e pioggia per ben 320.000.000 di anni, si avete letto bene. Quelle rocce sono talmente vecchie da ricordarsi tutto di noi, da quando eravamo una “forma di vita” a quando eravamo “scimmie” fino a quando siamo diventati uomini. Hanno assistito a tutto, in silenzio mentre si facevano modellare dalla natura. Il risultato era questo, le Brimham Rocks:

Un bel giorno, cinque ragazzi vengono visti mentre sono impegnati a spingere la roccia con l’intento di farla cadere. Ci riescono e in un attimo distruggono una roccia molto amata dai locali, oltre che il risultato di milioni di anni di erosione.

Ora i ragazzi sono ricercati dalla polizia che oltre alle testimonianze, ad agevolare la cattura dei ragazzi, c’è anche un fatto singolare: hanno inciso i loro nomi sul pavimento vicino alla roccia.

Perché in fondo quando sei abbastanza stupido da non riflettere, sei allo stesso tempo abbastanza capace di farti riconoscere.

Quant’è accaduto fa riflettere sostanzialmente su due cose, sulla stupidità e sulla leggerezza con cui si condanna un gesto così senza riflettere sul fatto che, in fondo,

molti di noi sono responsabili della distruzione e degrado del pianeta terra. Una responsabilità piccola quanto i gesti che compiamo e i compromessi che accettiamo convinti di essere innocenti solo perché le cose piccole sono indubbiamente meno evidenti di quelle grandi.