Le sale operatoria fanno paura agli adulti, figuriamoci ai bambini. Non sono proprio il posto dove tutti vorrebbero capitare, specie se prima di entrarci vedi sul volto delle persone che ti circondano la tangibile preoccupazione.

Un ospedale in California, il Doctor Medical Center, nella città di Modesto, ha deciso di provare a rendere l’entrata in sala operatoria, per i bambini, un’esperienza piacevole. Si sa, quando si vuol rendere qualcosa piacevole basta farla passare come un gioco e questa regola vale sia pre grandi che per piccini.

Fonte: Doctor Medical Center, Modesto, California

Il personale dell’ospedale, finanziato dall’ospedale stesso, ha così acquistato due macchine in miniatura, di quelle giocattolo per capirci, una Volkswagen rosa e una Mercedes nera. Quando il bambino deve recarsi in sala operatoria gli viene chiesto che macchina sceglie per questo “viaggio”. A scelta fatta arriva la macchina, sale a bordo e accompagnato dallo staff arriva nella sala operatoria.

Le macchine sono “guidate” in due modi: dai bambini all’interno dell’abitacolo e allo stesso tempo, sono anche radiocomandate, così da evitare incidenti o strani movimenti.

Questa scelta ha rivelato due vantaggi: i bambini arrivano in sala più rilassati e disposti a farsi operare senza troppe storie e i genitori (vedendoli andar via dalla stanza di ricovero felici) sono anch’essi più rilassati e calmi. Insomma, il giocattolo giova a tutti.

Fonte: Doctor Medical Center, Modesto, California

Vi immaginate un’idea simile anche in Italia? Dove tra l’altro abbiamo centri pediatrici da fare invidia al mondo, come il Gaslini ad esempio. Complimenti al Doctor Medical Center di Modesto e complimenti anche al Gaslini e a tutti gli ospedali che curano i bambini, poiché essi sono e saranno sempre il seme della vita e delle speranze.

Fonte: Facebook