Mamma trova pesce assurdo con “denti umani” sulla spiaggia, ecco cos’è in realtà

686

Maleah Burrows, 31 anni stava passeggiando con il figlio in spiaggia quando d’un tratto il bambino vede qualcosa sul bagnasciuga. Maleah lascia avvicinare il figlio così da soddisfare la sua voglia di curiosità (benedette le mamme che lo fanno) e fin qui nulla di strano.

Ad un tratto però, quando sono a pochi metri da quell’essere sul bagnasciuga si accorge che è un pesce con una bocca particolarmente sporgente oppure, pensa sempre prima di realizzare bene cosa sia, poteva essere un pesce morto con qualcosa in bocca. È bastato avvicinarsi di qualche passo per capire che in quella bocca non c’era nulla di strano, bensì c’erano denti, tanti denti.

Spaventata da ciò che stava vedendo fotografa subito lo strano ritrovamento inviando a tutti gli amici le immagini di quel pesce così particolare. Grazie al web e agli amici ecco che in poche re si spiega l’arcano. Quello era il cadavere di un pesce testa di Pecora, tipico delle zone delle coste atlantiche Americane e specificatamente del Golfo del Messico.

In quel momento la mamma e il bambino si trovavano sulle coste dell’isola di St.Simon in Georgia, non molto lontano quindi dall’ambiente marino perfetto per questo pesce.

Ma perché quei denti enormi?

La quantità e la grandezza dei denti serve al pesce “Testa di Pecora” a sgranocchiare gamberetti, vongole, granchi e cozze. Ci vuole una bella forza di mascella e dei denti che non tradiscono per abbuffarsi di spuntini simili.

Perché viene chiamato pesce “testa di pecora”?

Il suo nome deriva dalla baia dove fu avvistato la prima volta. La baia si chiama appunto Sheepshead Bay ovvero Testa di Pecora e si trova nello stato di New York.

Fonte