Governo ottiene rimpatrio di un combattente Isis di cittadinanza Italiana. La “telenovela” si arricchisce

188

Il Governo Italiano ha richiesto il rimpatrio di un cittadino Italo-Marocchino che combatteva come foreign fighter per l’Isis. I motivi li conosce la Digos di Brescia che ha accompagnato il soggetto in Italia dopo esserselo fatto consegnare dalle forze armate locali.

Avranno sicuramente le loro buone motivazioni e un soggetto simile, tecnicamente parlando, può essere una grande risorsa di informazioni utili a contrastare le cellule terroristiche sul territorio.

La cosa che però mi fa ridere è come sia diventata una specie di telenovela la situazione Italia – Resto del mondo. Mentre fiumi di persone si insultano online sull’accoglienza di 40 immigrati circa, mentre i giornali si riempiono di notizie e sentimenti ridondanti, ecco la ciliegina sulla torta che concettualmente da a tutta la situazione quel motivo per esclamare novabbè.

Si parla di chiudere i porti, di rimpatriare chi ha cattive intenzioni e poi voilà, ecco che un ex combattente Italo-Marocchino viene rimpatriato con tanto di richiesta. E qui finalmente sembra vincere la ragione sui ragionamenti di pancia. Anche l’America si è congratulata con noi per questa scelta.