Seguici su Facebook!

Meta ambita da mezza Italia e oltre, il Salento negli ultimi anni ha visto un boom turistico enorme. Paesaggi naturali da sogno, accoglienza, festa e frenesia gratuita nelle piazze la sera accompagnata volentieri dall’ambiente casereccio e rilassante che solo una sagra sa donare, fanno del Salento un marchio di garanzia in tema di relax, divertimento e spiritualità.

Il Salento per molti Italiani è l’esempio da seguire quando si vuole trovare un equilibrio nella propria vita tra la frenesia delle grandi città e il tepore della campagna sconfinata. È vero, d’inverno si tende un po a morire in casa, il problema non è che mancano le iniziative in giro, bensì che ciò che può sembrare un deserto di partecipazione di fatto sta a illustrare quanti Salentini d.o.c. la sera, quando fa freddo, preferiscano di gran lunga il fuoco con la bruschetta e olio autoctono, piuttosto che il prodotto da bar da consumare in giro. È una scelta quindi il deserto invernale, mica un disagio.

Tra le decine di posti che meritano di essere visitati almeno una volta nella vita c’è Torre Sant’Andrea, sul litorale Adriatico, poco più in su di Otranto, appena dopo le bellissime spiagge degli Alimini.

La scogliera di Torre Sant’Andrea è qualcosa di incantevole, la pietra quasi bianca emerge dall’acqua imponente, quasi a rappresentare quei pezzi di terra che non vogliono arrendersi al mare nonostante i venti e le onde addosso. I faraglioni sono capaci di creare un incanto agli occhi simili a quello che creano alla bocca quando si pronuncia il loro nomi. Faraglioni.

Paesaggi simili in Puglia si trovano unicamente sul litorale Adriatico e la cosa bella è che dopo Torre Sant’Andrea potete godere ancora di un paesaggio simile, lo trovate a Torre dell’Orso, dove vedrete le famose “due sorelle” che altro non sono che due incantevoli scogli in mezzo al mare perfetti come sfondo alla spiaggia che li ospita. Poi da li in su il nulla, fino ad arrivare sulla zona del litorale Garganico dove questi tipi di paesaggi sono ancora più presenti e la pietra è ancora più bianca.

Se ami Instagram o vuoi semplicemente riempirti gli occhi di bellezza, il Salento ti regala dei paesaggi mozzafiato che potresti usare per una foto e taggarti anche dall’altra parte del mondo, il paesaggio non teme il confronto con nessuno.

Torre Sant’Andrea non è semplicissima da raggiungere, appena arrivati troverete una piccola spiaggia ad accogliervi, da li bisogna proseguire a piedi sulla scogliera per qualche centinaio di metri e poi, come per incanto, vi si aprirà d’avanti un paesaggio unico e spettacolare. Attenti però a non andarci in pieno Agosto, altrimenti vi sembrerà di visitare un luogo sacro in Cina per quanta gente vedrete.

Se la cosa vi fa venire voglia di avventura ed è un momento della vostra vita dove il limite è una parola sconosciuta, allora fate così, controllate il meteo e se la giornata è promettente segnatevi queste coordinate:

40.2569 18.4441


Oppure più semplicemente, visto che la comodità è un valore assoluto se affiancato alla tecnologia, ecco la posizione del luogo che state vedendo in foto, vi basta un clic

Impostatele sul navigatore e godetevi un respiro di Salento, preferibilmente d’inverno, così da godersi una natura incontaminata e spoglia di asciugamani e ombrelloni.


Seguici su Facebook!