Per rilassarti usi bere, bestemmiare e gridare? Non sei pazzo, ami solo lo yoga e non lo sai

241

Quando si parla di rilassarsi, la prima cosa che viene in mente sono ambienti dove il completo silenzio. interrotto solo da qualche soave musica nell’aria. Per rilassarsi si pensa sia utile restare immobili, farsi massaggiare parti del corpo o praticare una meditazione che sappia calmare il corpo, tenendolo fermo e liberare la mente, tenendola in movimento attraverso la consapevolezza.

Ma non tutti siamo uguali e quindi non tutti troviamo la pace praticandola.

C’è chi, ad esempio, riesce a sentirsi calmo istantaneamente affidandosi all’arte dell’incazzatura, quella seria, che prevede urla, espressioni diaboliche e bestemmie quanto basta. Arrabbiarsi fa passare la rabbia, che in fondo non è tanto assurdo come concetto eh. Se ci pensate, mangiare fa passare la fame, bere la sete, praticare sport fa passare i dolori da ozio…ecc…che problema c’è se gridare e bestemmiare fa passare il nervoso?

In fondo in fondo, riflettendoci ancora, le nostre reazioni sono frutto di anni di evoluzione. Il nostro corpo reagisce nel modo migliore per lui, quindi se di fronte a una situazione di stress e nervoso uno comincia a gridare e bestemmiare, significa che a qualcosa servirà pure, o no?

Tranquilli comunque, da oggi, se qualcuno vi darà dei vichinghi per il vostro modo di esternare lo stress e combatterlo allo stesso tempo, c’è una soluzione: professarsi amanti del RAGE YOGA. Inventata da Lindsay Istace questa pratica unisce tre cose fondamentali allo yoga: le grida, le imprecazioni e l’alcool. Perfetto no?

Pensate che la tecnica nasce, casualmente, proprio in un pub, dove ciò che era un’esperimento goliardico si è trasformato in ciò che si sta rivelando un vero e proprio ramo dello yoga. Ecco un video dimostrativo:

Vi ricordate quando su Novabbè vi ho parlato dello Yoga utile a scorreggiare? Lo trovate qui.